Autocad

autocadMolte persone pensano che apprendere AutoCAD sia difficile, in realtà non lo è, tutto sta nel voler fare pratica e nel non aver fretta, dato che il segreto per diventare un “padrone” di questo software per la grafica 2D e 3D è quello di imparare un passo alla volta.

Introdotto per la prima volta nel mercato nel 1982 da Autodesk, inizialmente è stato sviluppato solo per Windows, oggi invece c’è anche per Mac e, arrivato oramai alla versione 21.0 (la 31° distribuzione), Autocad si conferma come leader del settore.

Disponibile solo a pagamento, ha un costo di licenza di 2.000 € all’anno, ma può essere provato gratuitamente.

Imparare Autocad è semplice, dicevamo, vediamo come.

In primo luogo, è necessario avere familiarità con l’interfaccia, il che è molto veloce considerando che il software ha fatto dei passi da gigante in questa direzione nel corso degli anni.

E’ possibile aprire disegni già fatti oppure realizzarne di nuovi, e tutti gli strumenti di lavoro sono particolarmente intuitivi

Oltre che semplice nella creazione di nuovi disegni, il nuovo Autocad è intuitivo anche quando si tratta di modificare dei lavori già fatti in passato e che hanno bisogno di un ritocco.

La cosa bella di questo software è che può essere usato tranquillamente per collaborare, anche a distanza, con altre persone che sono impegnate sul medesimo progetto. Se si divide il disegno in file separati, è possibile lavorare tutti contemporaneamente senza pericolo di sovrascrivere il lavoro di altri. Da lì in poi, unire i vari lavori sarà molto semplice.

Autocad è il software perfetto per fare tutto quello che concerne il 3D, decisamente meglio di tante alternativa gratuite ed open source.

Il segreto per migliorare nell’uso di questo software è, come anche per tante altre cose, la pratica, che rende veramente perfetti.

Per diventare un maestro di AutoCAD non è necessario solo sapere tutto quello che c’è bisogno di conoscere da un punto di vista teorico, occorre anche poter organizzare il flusso di lavoro e, come detto, fare pratica senza timore di sbagliare (in questo caso, delle copie di backup possono salvare molto tempo nel caso in cui si dovesse compiere uno sbaglio da cui non si può tornare indietro).

E se siete alla ricerca di qualche cosa che vi permetta di scoprire i segreti del software prima ancora di iniziare a metterci mano, oltre che vi possa guidare passo dopo passo, sul sito Teorema c’è una lista di corsi AutoCad da cui poter partire, anche per principianti.